• l’Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 658 del 30/03/2020 recante: “Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all’emergenza relativa al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili”.
  • la deliberazione della Giunta Comunale n. 08 in data 06/04/2020;
  • le linee guida condivise in sede di Assemblea di Ambito;

Preso atto che:

  1. a questo comune sono state assegnate le seguenti somme:  €. 899,62=;
  2. questa Amministrazione comunale ha ritenuto di attuare le misure urgenti di solidarietà alimentare  sotto forma di:

 Buoni spesa, di valore variabile, finalizzati alla riduzione del costo sostenuto dai nuclei famigliari per l’acquisto di genere alimentari;

Tutti i cittadini che pensano di avere titolo in base a quanto disposto dall’art. 2 comma 6 dell’ordinanza, che dispone:

L’Ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individua la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19 e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico.

Possono accedere alle misure urgenti di solidarietà alimentare previste i cittadini residenti nel Comune alla data di presentazione della domanda in condizione di difficoltà economica per riduzione del reddito derivante da emergenza sanitaria da Coronavirus riconducibile ad una delle seguenti cause:

a) licenziamento, mobilità, cassa integrazione; perdita o riduzione del lavoro non coperta da ammortizzatori sociali;

b) sospensione attività di lavoro autonomo non coperta da ammortizzatori sociali (600 euro mensili partite iva);

c) cessazione o riduzione di attività professionale o di impresa;

d) disoccupazione;

e) mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici;

f) accordi aziendali e sindacali con riduzione del l’orario di lavoro;

g) malattia grave o decesso di un componente del nucleo familiare;

h) incremento di spese certificate sostenute dal nucleo familiare per l’acquisto di farmaci, per garantire interventi socioassistenziali o per il pagamento di spese socio-sanitarie o funerarie;

i) Attivazione di servizi a pagamento per l’assistenza al domicilio di persone fragili che non hanno potuto frequentare centri diurni per anziani, disabili o progetti personalizzati domiciliari di cui fruivano;

j) Nuclei che si trovano conti correnti congelati e/o nella non disponibilità temporanea (ad esempio a causa di decesso del coniuge, etc.);

k) over 65 con la sola pensione minima, o in assenza di pensione, e senza forme di deposito mobiliare (titoli, obbligazioni, etc);

l) nuclei monoreddito con disabili in situazione di fragilità economica.

m) Altro stato di necessità da dichiarare.

Per i cittadini stranieri non appartenenti all’Unione Europea si richiede il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità.

Come previsto dall’ordinanza DPDC N.658 del 29 marzo 2020 l’accesso alla misura è prioritario per coloro che non siano già assegnatari di sostegno pubblico tra i quali, a titolo esemplificativo i sostegni diretti statali per l’emergenza Coronavirus (“Cura Italia” e altri provvedimenti) o altre forme di sussidio generiche (es. Reddito di Cittadinanza. Reddito Inclusione).

Chi dichiara il falso, oltre ad essere immediatamente escluso dai benefici, verrà denunciato nelle sedi competenti.

L’Istanza andrà presentata esclusivamente con il modello allegato scaricabile dal sito istituzionale dell’ente: www.comune.oltressendaalta.bg.it entro e non oltre il 20 aprile 2020.

L’istanza andrà inviata preferibilmente via mail al seguente indirizzo: info@comune.oltressendaalta.bg.it, accompagnata dalla scansione di un documento di identità di chi la presenta e degli ulteriori documenti utili alla gestione della domanda.

Per chi non è in grado di inviarla via e-mail può essere consegnata al protocollo comunale con le seguenti modalità: depositare nella cassetta postale del Municipio.

Ogni famiglia potrà presentare una sola istanza.

Questa amministrazione rilascerà ad ogni famiglia che ne ha titolo un buono spesa valido fino al 15/05/2020:

L’importo dei buoni spesa, fruibili solo per una volta da ciascun nucleo familiare richiedente nell’ambito del presente avviso, è diversificato in relazione all’ampiezza del nucleo familiare fino ad un importo massimo di euro 475,00=, così come specificato nella tabella seguente:

Componenti nucleo familiare Importo una tantum
1 150,00 €
2 250,00 €
3 325,00 €
4 375,00 €
5 425,00 €
6 e oltre 475,00 €

Il buono spesa, non è trasferibile, né cedibile a persone diverse dal beneficiario individuato, né in alcun modo monetizzabile. Non sono ammissibili forme di compensazione o rimborso, anche parziale, di prestazioni non usufruite o non usufruite integralmente.

Le famiglie potranno spendere questi buoni solo per l’acquisto di prodotti alimentari e di prima necessità presso i seguenti esercizi commerciali:

  • ALIMENTARI  SAVOLDELLI – PACCANI ELIA  – Villa d’Ogna (BG)

Il presente bando rimarrà valido fino all’esaurimento delle somme disponibili.

Informazioni potranno essere richieste agli uffici comunali – telefono 034621524 – email info@comune.oltressendaalta.bg.it.

Oltressenda Alta, lì  06 aprile 2020

Il Sindaco

Baronchelli Giulio